Torna "pesce in piazza" per costruire insieme futuro del mare

Dal 15 al 17 talk show e Cottìo di Natale in mercato Trastevere

Redazione ANSA ROMA

 - ROMA - Dal 15 al 17 dicembre, a Roma in piazza San Cosimato tra i banchi del mercato di Trastevere, prende il via la seconda edizione della manifestazione dedicata alla conoscenza del mare e al consumo consapevole del pesce azzurro italiano e delle nuove forme di acquacoltura.

Ad animare l'evento, lectio magistralis, incontri, assaggi e la rievocazione del Cottìo, l'antica e suggestiva asta del pesce che si svolgeva l'antivigilia di Natale al Portico D'Ottavia a Roma. Una manifestazione culturale e divulgativa che punta sia a valorizzare il pesce della biodiversità dei nostri mari promuovendone il consumo consapevole, sia a porre l'attenzione sul mare e sulle nuove forme di acquacoltura. Un progetto di Un/Lab - agenzia che si occupa di formazione, pianificazione, organizzazione e gestione di eventi - in collaborazione con il Centro Agroalimentare Roma che al suo interno ospita il più grande Mercato Ittico d'Italia, Arsial l'Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione del Lazio, con la direzione artistica di Francesca Rocchi.

"Per questa nuova edizione, abbiamo scelto una piazza popolare nel cuore di Trastevere col suo mercato rionale così vicino ai temi della nuova edizione e il pesce azzurro, un prodotto presente nella nostra storia culinaria e dal grande valore nutritivo, strettamente legato alla cucina tradizionale delle feste natalizie. Pesce in Piazza sarà un agorá nella piazza del mercato - sottolinea Luca Broncolo di Un/Lab- per incontrare proprio tutti, dai bambini alle famiglie romane." E così, al termine del 2022, dichiarato dalla Fao l'Anno Internazionale della Pesca e dell'Acquacoltura, Pesce in Piazza vuole raccogliere le riflessioni e gli spunti maturati sul consumo del pesce e la salvaguardia del mare, il più grande microcosmo del nostro pianeta.

Giovedì 15 dicembre la manifestazione verrà inaugurata alle ore 17.00 con l'incontro "I nostri mari, meraviglia da difendere" un momento che vuole fare leva sulle responsabilità che tutti dovremmo avere a partire dai consumi quotidiani. A questo appuntamento, a cui parteciperanno personalità del mondo politico e tanti ospiti, è stato invitato il Ministro dell'Agricoltura, Sovranità alimentare e foreste Francesco Lollobrigida.

Cresce l'attesa per la rievocazione del Cottìo, l'asta del pesce dalle antichissime origini che ha caratterizzato la storia di Roma fino al 1960, che si svolgeva l'antivigilia di Natale al Portico D'Ottavia. Un mercato ma anche uno spettacolo di strada che richiamava nobili e plebei e che rivivrà ogni giorno alle ore 18.00 durante l'evento.

Le storie del mare saranno al centro degli incontri con le Comunità della pesca e delle Marinerie d'Italia ma anche con imprenditori dell'acquacoltura e rappresentanti istituzionali.

Non mancheranno gli appuntamenti in cucina con i maestri del pesce Massimo Riccioli e Anna Maria Palma che daranno vita a ricette tradizionali ed elaborazioni creative e assaggi per tutti. Nel corso di Pesce in Piazza uno spazio sarà dedicato ai più piccoli, curato dagli animatori di Slow Food Roma, con un programma di attività ludiche sulle forme dei pesci, il loro ciclo biologico, la stagionalità del mare

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie