Verdure e pesce sotto zero alleati della linea, le 5 regole

Nutrizionista Bernardi con l'Istituto Alimenti Surgelati

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Verdure e prodotti ittici sottozero sono ottimi alleati per rimettersi in forma dopo gli eccessi delle vacanze, di cui a volte rimane qualche chilo. A dirlo è la nutrizionista Elisabetta Bernardi che, in collaborazione con l'Istituto Italiano Alimenti Surgelati (Iias), ha stilato un vademecum di 5 consigli per alimentarsi in modo sano e completo chiamando in aiuto i prodotti da freezer. Del resto diete a base di ingredienti surgelati sono frequenti negli Usa dove l'American Frozen Food Institute (Affi) ha elaborato un menu settimanale equilibrato da circa 1200 calorie giornaliere, che include molti piatti a base di prodotti sottozero.

I prodotti surgelati, soprattutto quelli al naturale, secondo la nutrizionista, sono ideali per favorire il controllo delle quantità di cibo assunte e quindi del peso; consentono di seguire facilmente una dieta diversificata, equilibrata e poco calorica, garantendo la disponibilità di pesce, frutta e verdura tutto l'anno; sono infine convenienti e rapidi da preparare. Del resto in Italia nel 2018 sono state acquistate oltre 838.580 tonnellate di prodotti sottozero, con vegetali e ittici in pole position, con consumi che hanno toccato rispettivamente 398.310 (il 47,5% dell'intero comparto) e 112.700 tonnellate.

Sono semplici ed essenziali i consigli della nutrizionista per ritrovare la linea con i prodotti del freezer. Stop alle sregolatezze a tavola tanto frequenti in vacanza; aumentare il consumo giornaliero di ortaggi e proteine magre come quelle del pesce; avere sempre a disposizione questi alimenti nel proprio freezer che consente di consumarne la giusta quantità. Tutto questo deve essere accompagnato da attività fisica che con una corretta alimentazione è il binomio vincente per ritornare in forma e poterla mantenere. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA