Coldiretti, sale a 120 mld falso made in Italy a tavola

Tra i maggiori taroccatori Usa e Russia

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 03 OTT - "Sale a 120 miliardi il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo, anche sulla spinta della guerra che frena gli scambi commerciali con sanzioni ed embarghi, favorisce il protezionismo e moltiplica la diffusione di alimenti taroccati che non hanno nulla a che fare con il sistema produttivo nazionale". E' l'allarme lanciato da Coldiretti in occasione della Settimana dell'Anticontraffazione dal ministero dello Sviluppo economico (Mise). "Il risultato - stima Coldiretti è che per colpa del cosiddetto 'italian sounding' nel mondo oltre due prodotti agroalimentari tricolori su tre sono falsi senza alcun legame produttivo ed occupazionale con il nostro Paese". In testa alla classifica dei prodotti più taroccati, secondo l'organizzazione agricola, ci sono i formaggi a partire dal Parmigiano Reggiano e dal Grana Padano con la produzione delle copie che ha superato quella degli originali, dal parmesao brasiliano al reggianito argentino fino al parmesan diffuso in tuti i continenti. "Ma ci sono - sottolinea Coldiretti - anche le imitazioni di Provolone, Gorgonzola, Pecorino Romano, Asiago o Fontina. Tra i salumi sono clonati i più prestigiosi, dal Parma al San Daniele, ma anche la mortadella Bologna o il salame cacciatore e gli extravergine di oliva o le conserve come il pomodoro San Marzano". Tra gli "orrori a tavola", secondo Coldiretti non mancano i vini, dal Chianti al Prosecco, e "la situazione è destinata peraltro a peggiorare se l'Ue dovesse dare il via libera al riconoscimento del Prosek croato". Tra i maggiori taroccatori del Made in Italy - rileva l'organizzazione - ci sono paradossalmente i Paesi ricchi, a partire proprio dagli Stati Uniti dove si stima che il valore dell'italiano sounding abbia raggiunto i 40 miliardi di euro. "Ma l'industria del falso dilaga anche in Russia - conclude - per effetto delle sanzioni per l'occupazione dell'Ucraina che hanno portato Putin a decidere l'embargo sui prodotti agroalimentari occidentali". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie