Agricoltura: Ismea, aumenta il valore aggiunto ma calano gli occupati

Il rapporto del secondo trimestre dell'anno

Redazione ANSA

ROMA - Aumenta il valore aggiunto in agricoltura. Ma calano, seppur lievemente, sia gli occupati che il numero di aziende agricole, e questo anche in un contesto di riduzione del trend di crescita delle imprese a conduzione giovanile. Sono queste alcune delle indicazioni che emergono dal rapporto trimestrale di Ismea: Agrosserva, relativo al secondo trimestre dell'anno.

Più da vicino, sottolinea l'Istituto, "il settore primario registra a giugno 2019 un incremento del valore aggiunto dello 0,5% su base annua, segnando tuttavia un lieve arretramento degli occupati", a causa della "flessione di quasi l'1% degli addetti indipendenti" e contemporaneamente "della crescita dello 0,5% di quelli dipendenti".

"Coerentemente al calo della componente di lavoro indipendente - sottolinea Ismea - si registra una riduzione del numero di aziende agricole, circa 744 mila a fine giugno 2019, l'1% in meno sull'analogo periodo dell'anno precedente. Perde slancio anche la crescita del numero di aziende agricole condotte da giovani, +0,2%, dopo il +4,1% del quarto trimestre 2018 e il +2,7% del primo del 2019".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA