Margherita Hack, 'Nata in via delle Cento Stelle'

La sua vita 'ribelle e spettinata' raccontata ai ragazzi

Redazione ANSA
'Nata in via delle Cento Stelle. Gatti, biciclette e parolacce: tutta la galassia di Margherita Hack' (Mondadori, 184 pagine, 16 euro) di Federico Taddia © Ansa

Dodici stelle del firmamento per scoprire in altrettante tappe la straordinaria vita della "più simpatica, ribelle e spettinata astrofisica di tutta la Via Lattea": è una biografia di grande ispirazione per i ragazzi quella raccontata nel libro 'Nata in via delle Cento Stelle. Gatti, biciclette e parolacce: tutta la galassia di Margherita Hack' (Mondadori, 184 pagine, 16 euro) dal divulgatore e autore di programmi radio e tv Federico Taddia.

A cento anni esatti dalla nascita della celebre scienziata, di cui è stato amico e collaboratore, Taddia ne offre un ritratto personale a tratti sorprendente, restituendo tutta l'umanità di una donna che ha saputo conquistare il grande pubblico con la sua ironia e schiettezza. Il racconto, impreziosito dalle illustrazioni di Marianna Balducci e il contributo scientifico di Daria Guidetti dell'Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf), permette di ripercorrere l'intera esistenza di Margherita Hack, dall’infanzia fino alle ultime ore di vita, svelandone anche gli aspetti più privati: dalla passione per la bicicletta e l'atletica a quella per i gatti, dall'amore per il marito Aldo a quello per le stelle.

Ricordare Margherita Hack è "un dovere nei confronti delle nuove generazioni, per dare a ragazze e ragazzi la possibilità di specchiarsi in una persona che, ancora oggi, può dare consigli, suggerire una direzione, farti mettere in gioco. Un patrimonio di umanità e di possibilità - conclude Taddia - che va condiviso".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA