Morto il matematico canadese Louis Nirenberg

Vincitore del premio Abel con John Nash per le equazioni differenziali

Redazione ANSA

È morto a New York all’età di 94 anni il matematico Louis Nirenberg, uno dei maggiori studiosi di equazioni differenziali. A dare l’annuncio, l’Accademia norvegese di Scienze e Lettere, che nel 2015 gli ha assegnato il prestigioso premio Abel insieme al matematico premio Nobel per l’economia John Nash, protagonista del film ‘A beautiful mind’. “Non mi considero al top tra i matematici, ma una persona incredibilmente fortunata per il lavoro che faccio”, aveva detto all’indomani del conferimento del premio Abel.

“Nirenberg è stato uno dei più grandi matematici del Ventesimo secolo”, ha commentato, Hans Petter Graver, presidente dell’Accademia norvegese di Scienze e Lettere. “Per le sue ricerche, la sua generosità e la sua modestia, è stato fonte d’ispirazione per i suoi collaboratori, colleghi e studenti”, ha aggiunto.

 

Nato a Hamilton, in Canada, il 28 febbraio 1925 e naturalizzato americano, Nirenberg è stato professore emerito di matematica al Courant Institute dell’Università di New York, dove ha trascorso gran parte della sua carriera accademica. Membro dal 1978, come socio straniero, dell’Accademia Nazionale dei Lincei, l’accademia scientifica più antica del mondo, e dell’American Mathematical Society, nel corso della sua carriera ha vinto molti premi.

Oltre al premio Abel, ha ricevuto dall’American Mathematical Society il Bôcher Memorial Prize nel 1959 e lo Steele Prize nel 1994 e 2014. Nel 1995 ha vinto la National Medal of Science della Casa Bianca, nel 1982 il Crafoord Prize, destinato da una fondazione svedese a quei settori come la matematica non premiati con il Nobel, e nel 2010 la Chern Medal dell’International Mathematical Union.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA