Influenza, vaccinarsi soprattutto se si è soggetti a rischio

Fimmg, riscopriamo l'uso delle mascherine e laviamo le mani

Redazione ANSA ROMA

Vaccinarsi, sopratutto se si è un soggetto a rischio. Continuare ad indossare la mascherina e lavarsi spesso le mani. E' questo in estrema sintesi l'appello lanciato dalla Fimmg che chiede, inoltre, di prolungare la campagna vaccinale antinfluenzale a fine gennaio.

"Mai negli ultimi 15 anni - afferma il segretario generale Silvestro Scotti - abbiamo dovuto confrontarci con un picco influenzale paragonabile a quello che stiamo registrando in queste settimane. È vitale che i soggetti a rischio scelgano al più presto di vaccinarsi, altrimenti rischiamo di dover vivere mesi drammatici".

L'influenza di stagione, caratterizzata da una febbre molto alta, sintomi respiratori e qualche volta gastroenterici si sta, infatti, rivelando ben più aggressiva e pericolosa di quanto fosse possibile prevedere. Ad allarmare i medici di medicina generale della Fimmg sono i dati della curva dell'epidemia influenzale, che mostrano una diffusione del virus enorme ed estremamente precoce. Tanto che gli stessi medici prevedono che di questo passo si raggiungerà il picco addirittura prima di Natale. "Se il Covid ci ha insegnato che la fase di picco è quella oltre la quale inizia poi la discesa - prosegue Scotti - è anche da considerare che scavallare la 'vetta', se non ci si protegge con il vaccino, potrebbe avere un prezzo molto alto in termini di vite. Guardando ai dati attuali, infatti, l'andamento fa pensare ad un picco assai superiore a quello delle epidemie passate".

 "Negli ultimi due anni - conclude Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene e Medicina Preventiva all'Università Cattolica - l'uso delle mascherine e le norme igieniche adottate contro il Covid hanno limitato moltissimo la diffusione del virus influenzale. Complice la voglia di tornare alla normalità, quest'anno le norme di cautela sono considerate ormai superate e la campagna vaccinale è andata malissimo, ma è un errore. Quello che serve è una combinazione di misure quali la vaccinazione, sia contro il Covid che contro l'influenza, e l'intensificazione di misure di sanità pubblica".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA