==Vaccini: Abrignani (Cts), obbligo unica via per battere virus

Siamo noi a inseguire lui, non il contrario

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Continua ad essere un forte sostenitore dell'obbligo vaccinale, l'immunologo del Comitato tecnico scientifico Sergio Abrignani. "Quando una malattia è altamente diffusiva come questa, non vaccinare tutti è volersi fare del male", dichiara in un'intervista al 'Corriere della Sera'. "Come non essere favorevole" a un'ulteriore stretta sull'obbligo, dopo quello a docenti e forze dell'ordine? Si domanda l'esperto.
    "Questa emergenza - dichiara il membro del Cts - il Sars CoV-2 la sta prolungando più di quanto si potesse immaginare. Siamo noi a inseguire lui, non il contrario".
    "Se vuoi controllare una malattia infettiva pandemica e hai a disposizione un vaccino che funziona bene - continua l'immunologo nel suo ragionamento - la regola aurea è darlo a tutti i suscettibili. Quindi, per la prima volta ci troviamo di fronte alla necessità di immunizzare miliardi di persone in breve tempo".
    Se non lo facciamo, dichiara Abrignani, "il Sars-CoV-2 probabilmente non se ne andrà". "Il virus - ricorda l'esperto - ogni 3-4 mesi si presenta sotto forma di una nuova variante e richiede azioni ferme". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA