Retinopatia diabetica per 1 paziente su 3, al via campagna

Prima causa di cecità tra tra persone in età lavorativa

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - In Italia, oltre 1 milione di persone con diabete soffre di retinopatia diabetica, che rappresenta la prima causa di cecità tra le persone in età lavorativa. Per accendere l'attenzione su questa patologia, che può essere facilmente identificata grazie allo screening del fondo oculare, è stata lanciata "DIAmoci Un Occhio", campagna promossa dall'Associazione Medici Diabetologi (Amd) e dalla Società Italiana di Diabetologia (Sid), realizzata con il contributo incondizionato di Abbvie.

"La retinopatia diabetica è una delle complicanze più gravi del diabete ma resta ampiamente sotto-diagnosticata, generando un impatto negativo sugli outcome di salute delle persone con diabete e sui costi a carico del servizio sanitario nazionale per la gestione di casi più complessi", commenta il presidente Amd Graziano Di Cianni.

La malattia è causata da un danno ai vasi sanguigni del tessuto della retina e può svilupparsi in tutte le persone che convivono con il diabete di tipo 1 e di diabete di tipo 2. Una lunga durata del diabete, soprattutto se non controllato, con alti livelli di emoglobina glicata e l'ipertensione, rappresentano i principali fattori di rischio.

La campagna ha l'obiettivo di sensibilizzare sia i diabetologi attraverso attività informative mirate a promuovere l'importanza dello screening per

"Lo screening della retinopatia diabetica deve sempre più diventare una delle attività routinarie svolte presso i centri di diabetologia e dovrebbe comunque avvenire in concomitanza con la visita diabetologica", aggiunge il presidente Sid Agostino Consoli. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA