Bimbo dimenticato in auto: Codacons, sì sensori anti-abbandono

Rienzi, negli ultimi 10 anni ben nove bambini sono deceduti perché dimenticati in auto

Redazione ANSA CATANIA

 "Invitiamo le case automobilistiche a montare a bordo delle autovetture sensori anti-abbandono per salvare bambini e animali. In tal senso esiste già un software regolarmente depositato dal Codacons che può essere utilizzato da tutte le aziende del settore, senza attendere i tempi infiniti della burocrazia italiana". Lo afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi dopo la tragedia di Catania, dove è morto un bambino di due anni dimenticato dal pare sotto il sole cocente. "Negli ultimi 10 anni - dice l'associazione - ben nove bambini sono deceduti in Italia perché dimenticati in auto dai genitori, e le annunciate misure del precedente Governo non sono mai entrate in vigore". "La legge voluta dall'ex Ministro dei Trasporti Toninelli che prevedeva l'obbligo di seggiolini anti-abbandono sulle auto sarebbe dovuta entrare in vigore lo scorso 1 luglio - continua il Codacons - ma l'iter burocratico, come spesso avviene in Italia, si è arenato a causa dei ritardi nell'emanazione dei decreti attuativi". "Ad oggi - conclude l'associazione - non si conoscono i tempi per introdurre a tutti gli effetti l'obbligo dei seggiolini anti-abbandono, e il bilancio delle vittime innocenti sale a 9 solo negli ultimi dieci anni".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA