Mercedes EQS, la luxury car promette silenziosità e comfort

La full electric con 780 km di autonomia, potenza fino a 524 CV

Redazione ANSA ZURIGO

Con EQS, Mercedes porta al debutto sul mercato la massima espressione della sua idea di auto per la mobilità del futuro. Un'eccellenza in termini di eleganza, comfort, efficienza e silenziosità che la rendono in assoluto una best in class nella sua categoria.
   

L'ammiraglia elettrica della Stella, l'auto che inaugura la nuova architettura flessibile EVA (sulla quale verranno realizzate anche la EQE e le versioni suv di entrambi i modelli), incarna il manifesto della strategia Ambition 2039, che punta a offrire in meno di 20 anni una flotta di vetture nuove "carbon neutral" e che di recente è stata aggiornata con un nuovo target: quello di fornire, entro il 2025, una versione full electric per ogni modello in gamma.
    Grazie al lavoro degli esperti di aerodinamica è stato possibile conseguire un nuovo valore record di Cx2, pari a 0,20.
    EQS è dunque l'auto di serie più aerodinamica al mondo. Ad approfittarne è soprattutto l'autonomia, ma anche sul fronte del comfort acustico EQS si piazza tra le migliori, con il consistente contributo di un fruscio aerodinamico estremamente basso.
    Disponibile inizialmente nelle due versioni (i prezzi non sono stati ancora resi noti) EQS 450+ da 333 CV e 568 Nm, con motore posteriore e batteria da 90 kWh, e EQS 580 4Matic da 524 CV e 855 Nm, a doppio motore e con batteria da 107,8 kWh, la nuova luxury car della Stella arriverà sul mercato in autunno.
    Entro il prossimo anno, la 'berlinona' che strizza l'occhio alla carrozzeria crossover (avendo un assetto più rialzato rispetto alla S poiché gli accumulatori sono posizionati nella parte bassa del telaio), arriverà anche in una variante sportiva AMG da 761 CV che potrebbe essere presentata in anteprima al prossimo IAA di Monaco mentre per il 2022 sarà disponibile la versione con livello di guida autonoma 3 (Drive Pilot) che è in fase di collaudo a Immendingen presso il nuovo centro prove di Mercedes.
    Lunga 5,21 metri e larga 1,93 metri, la EQS vanta un'autonomia record capace di arrivare fino a 780 chilometri (secondo il ciclo WLTP) e una potenza fino a 385 kW. Con EQS si avvia ai blocchi di partenza una nuova generazione di batterie infatti che presenta una densità energetica nettamente superiore. Sviluppato inhouse, l'innovativo software di gestione della batteria permette di eseguire gli aggiornamenti "over the air" (OTA). In questo modo la gestione dell'energia è sempre aggiornata lungo tutto il suo ciclo di vita.
    Numeri da record riguardano anche l'impressionante accelerazione che, per il modello più prestazionale la EQS 580 4Matic, si attestano sui 4,3 secondi per passare da 0 ai 100 km/h (la velocità massima è di 210 km/h).
    EQS si ricarica in corrente continua presso le stazioni di ricarica rapida fino a 200 kW: occorrono 15 minuti per avere la corrente necessaria per altri 300 chilometri (WLTP).
    Ma la vera novità riguarda l'abitacolo: silenzio, comfort e materiali di pregio si abbinano sapientemente ad una tecnologia al top che trova la sua massima espressione nell'MBUX Hyperscreen. Questo grande display arcuato copre quasi l'intera superficie tra i due montanti anteriori e si compone di tre schermi che, essendo disposti sotto un unico vetro di copertura, sono percepiti visivamente come uno schermo unico. Il display Oled da 12,3 pollici costituisce l'area di visualizzazione e comando dedicata al passeggero anteriore.
    Grazie al software con capacità di apprendimento (aggiornamenti OTA), MBUX si adatta in tutto e per tutto all'utente e gli fornisce suggerimenti personalizzati per numerose funzioni relative all'Infotainment, al comfort e alla vettura. Con il cosiddetto zero layer o livello zero, le applicazioni più importanti vengono sempre offerte nella fascia più alta del campo visivo, in base alla situazione e al contesto.
    A bordo è disponibile anche l'Energizing Air Control Plus, con il quale si affronta il tema della qualità dell'aria a bordo attraverso un approccio olistico. Il sistema si basa sui parametri: filtrazione, sensori, visualizzazione e trattamento dell'aria. Il filtro Hepa (High Efficiency Particulate Air) trattiene con un altissimo livello di filtrazione polveri sottili, microparticelle, polline e altre sostanze contenute nell'aria esterna in ingresso. Inoltre, lo strato al carbone attivo riduce il biossido di azoto, gli ossidi di azoto e gli odori. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie