Rolls-Royce Ghost, futura serie pensata per i nuovi clienti

Soluzioni come Planar, su misura per chi ama sedere al volante

Redazione ANSA

La futura generazione della Rolls-Royce Ghost segnerà una svolta radicale nella filosofia di questo modello. Sviluppata nel 2009 essenzialmente come vettura da affidare ad uno chauffeur, con l'edizione 2021 - che dal prossimo autunno porterà al debutto una inedita piattaforma e il rivoluzionario sistema Planar per il controllo dell'assetto - il focus sarà indirizzato più che agli autisti professionali ad una clientela, anche giovane e anche composta da donne, che utilizzerà la Ghost tutti i giorni.

Un cambio di passo sostanziale, che è stato possibile facendo collaborare l'engineering della Casa madre di Goodwood con tutto il mondo della tecnologia del Gruppo Bmw che, com'è noto, possiede il celebre brand britannico dal 1998. Per ottenere questo risultato impegnativo, gli esperti di Rolls-Royce hanno configurato una nuova architettura spaceframe - di proprietà del marchio - incorporando elementi del portafoglio di modelli esistenti come la trazione integrale e lo sterzo integrale. Il tutto è stato sviluppato e messo a punto per raggiungere ulteriori progressi nelle qualità dinamiche e nel confort da 'tappeto magico' che sono qualità tipiche di Rolls-Royce. Elemento chiave è stato il sistema Planar, che è composto da tre elementi: un'unità di smorzamento del braccio oscillante superiore (montata sopra il gruppo sospensione anteriore genera un funzionamento ancora più stabile); il sistema Flagbearer (le telecamere 'leggono' la strada che si sta per percorrere e l'auto adatta le sospensioni agli eventuali cambiamenti nel manto stradale) e, infine, il Satellite Aided Transmission, che attinge i dati GPS per preselezionare la marcia ottimale per le curve in arrivo. Grazie al sistema Planar la nuova Ghost è dunque in grado di anticipare e reagire da sola alle situazioni stradali più impegnative. Una novità assoluta che ha visto durante il processo di progettazione del telaio e delle sospensioni, non solo accuratissimi controlli da parte dei tecnici di Rolls.Royce ma anche verifiche con clienti selezionati.''Ghost non sta cercando di essere un'auto sportiva, non sta cercando di essere una grande dichiarazione delle capacità d'innovazione - ha detto Jonathan Simms, responsabile dell'ingegneria di questo nuovo modello - è semplicemente eccezionale ed eccezionalmente semplice. Abbiamo spinto ulteriormente la nostra architettura e abbiamo creato un'auto ancora più dinamica, ancora più lussuosa e, soprattutto, ancora più facilmente utilizzabile ''. Per la prima volta Rolls-Royce ha scelto un media popolare ed accattivante come le illustrazioni animate per trasmettere questi valori. Realizzati dal famoso illustratore Charlie Davis, questi video sono stati 'animati' per rappresentare in modo coerente e meraviglioso queste scoperte in un modo che si addice alla nuova Gost altamente progressista. Oltre a questi approfondimenti presentati in forma di animazione, è stata lanciata una serie di cinque podcast che rivelano le scoperte del marchio, nonché approfondimenti sul materiale sottostante e sulla sostanza ingegneristica del nuovo Ghost in forma estesa. Ospitati da Johanna Agerman Ross, curatrice di Twentieth Century and Contemporary Furniture and Product Design al Victoria & Albert Museum di Londra, i podcast sono disponibili su Apple, Google, Spotify e Deezer.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie