Kia svela una Stinger da pista, ecco la GT420

Debutto a Silverstone per la ‘track-car’ da 422 Cv

Redazione ANSA ROMA

Con la GT420 la Kia propone una variante da pista della Stinger. Strettamente derivata dal modello di serie, la 'track-car' della Casa coreana è stata realizzata dalla Filiale britannica del Costruttore asiatico, in collaborazione con il centro tecnico europeo del gruppo che ha sede in Germania, a Russelsheim.

 

Equipaggiata con una versione potenziata dell'originale V6 benzina sovralimentato di 3,3 litri, passato da 370 Cv sino a 422 Cv del V6, in grado di erogare 560 Nm di coppia massima, 50 Nm in più rispetto al motore della versione targabile, la GT420 presenta rinforzi e soluzioni studiati per ottenere le massime performance tra i cordoli. Il suo debutto dinamico è avvenuto nei giorni scorsi sul tracciato di Silverstone. Dotata di due sedili tipo racing firmati Sparco, alleggerita con l'eliminazione del divano posteriore, dei rivestimenti interni e degli airbag, irrigidita con barre anti rollio, la GT420 nasce da una vettura di pre-produzione, a suo tempo targata dalla Filiale britannica per far effettuare alla stampa i primi test su strada della Stinger. Dopo aver percorso 16.000 km ed essere stata protagonista di prove effettuate da riviste e trasmissioni televisive motoristiche, l'auto è stata trasformata con il contributo di Albert Biermann, responsabile della divisione Research & Development Division del gruppo Hyundai, di cui fa parte il brand Kia.

Oltre agli interventi sul propulsore (pressione turbo, candele, filtro aria, elettronica di gestione), da segnalare l'adozione di un nuovo cambio automatico a sei rapporti con gestione specifica, di un nuovo impianto di scarico alleggerito, dotato di quattro uscite, di ruote da 19" che calzano pneumatici Pirelli Trofeo R di misura 235/35/R19 all'anteriore e 265/30/R19 al posteriore. I freni sono dei Brembo con pinze a 6 pistoncini e dischi ad alte prestazioni da 380 mm di diametro. L'assetto è stato abbassato. Per quello che riguarda la carrozzeria, da citare modifiche ai paraurti, alle prese d'aria, al cofano e alle appendici aerodinamiche. Da evidenziare, infine, che nonostante la sostituzione del tetto in vetro con uno in lamiera d'acciaio con rinforzo interno e l'adozione di un roll-bar di protezione, dopo la cura 'pista' la Stinger ha perso 150 kg di peso.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA