Renault produrrà in Nigeria in collaborazione con Coscharis

Al via da ottobre assemblaggio di Duster e Logan

Redazione ANSA ROMA

Renault ha annunciato un accordo di collaborazione con Coscharis Group per la produzione e la commercializzazione di veicoli in Nigeria. A partire dal prossimo ottobre, lo stabilimento di Lagos, di proprietà della realtà africana avvierà l'assemblaggio dei modelli Duster e Logan. Le due auto che in Europa sono costruite in Romania e vendute con il marchio Dacia, localmente saranno proposte con la Losanga sul cofano, come già avviene in numerosi mercati mondiali come l'Argentina e per la Duster l'India. Verranno vendute dalla rete distributiva di Coscharis, insieme ad altri due modelli del gruppo transalpino, la Kwind e la Oroch, importati dal Brasile.

Nell'annunciare l'avvio di questa nuova collaborazione, da Parigi sottolineano come il Gruppo Renault sia leader in Africa con una quota di mercato pari al 18% e 216.000 veicoli consegnato nel 2018, una percentuale che Oltralpe puntano a rafforzare anche con iniziative come quella nigeriana.

Attualmente i Paesi più importanti del continente nero per la Casa d'Oltralpe sono Marocco, Algeria, Sudafrica ed Egitto.

Da ricordare che nel medesimo complesso africano dove saranno allestite le linee Renault, la Coscharis Motors Assembly Ltd, società fondata nel 2014 e sussidiaria di Coscharis Motors, già costruisce su licenza Ford il pick-up Ranger, a partire dal novembre 2015. Per Fabrice Cambolive, direttore delle operazioni della regione Africa, Medio Oriente, India e Pacifico del Gruppo Renault "Con una popolazione di oltre 200 milioni di abitanti, la Nigeria è un Paese africano strategico in cui ampliare la presenza. Coscharis Group è un attore rinomato del mercato dell'assemblaggio e distribuzione di autoveicoli. Grazie alla loro competenza e ai nostri prodotti adatti alle esigenze locali, saremo in grado di rispondere immediatamente alla domanda dei nostri clienti in Nigeria".

Per Cosmas Maduka, CEO di Coscharis Group, realtà fondata nel 1977, di proprietà al 100% nigeriana, "Questa partnership tramite una delle nostre filiali, Coscharis Motors, crea valore come protagonista dell'industria automobilistica in Nigeria.

Questo evento segna una nuova tappa nell'evoluzione della nostra organizzazione che dimostra continuità a lungo termine. Ci impegniamo ad ampliare il perimetro dei nostri concessionari, perché si tratta di un'opportunità strategica, proporre ai nostri clienti fedeli veicoli performanti, raffinati e con un buon rapporto qualità-prezzo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA