Tesla con un 'tweet' rilancia il pieno gratis di elettricità

Ricariche libere ai Supercharger per chi acquista Model S e X

Redazione ANSA

Tesla propone il pieno gratis di energia presso le sue colonnine di ricarica rapida Supercharger per i nuovi acquirenti di Model S e Model X. L'iniziativa, che ricalca una promozione simile avviata in passato, è stata lanciata a livello globale dalla Casa di Palo alto con un 'cinguettio' su Twitter.

Per chi dal 3 agosto sceglierà di acquistare la berlina o il Suv elettrico della Casa californiana è previsto, quindi, con l'auto anche il bonus del rifornimento gratuito, valido in tutto il mondo ma solo per il mezzo comprato. Questo è utilizzabile esclusivamente presso le colonnine Supercharger. Il bonus sarà valido per tutta la durata del possesso del veicolo, quindi, nel caso si decidesse di tenere per sempre l'auto sarà a vita.

Distribuite fra Nord America, Europa e Asia oggi nel mondo ci sono 1.604 stazioni Supercharger, per un totale di 14.081 prese di corrente. Tutte queste potranno essere utilizzate liberamente e gratuitamente da chi nei prossimi mesi comprerà uno dei due modelli Tesla. In Italia sono già operativi 31 Supercharger, ben distribuiti lungo lo Stivale. In totale sono 200 le colonnine.

Nei prossimi mesi è attesa l'apertura di altre 26 stazioni di rifornimento veloce, tra cui due in Sardegna, a Olbia e Oristano, e due in Sicilia, a Campofelice di Roccella e a Catania.

A questi punti di rifornimento rapidi, riservati ai guidatori di veicoli del brand d'Oltreoceano, vanno aggiunti quelli di oltre 500 partner alberghieri e della ristorazione che offrono ai possessori di tutte le Tesla la possibilità a pagamento di rifornirsi di energia presso le proprie strutture.

"I Supercharger - sottolineano dagli States - forniscono energia rapidamente e rallentano gradualmente man mano che la batteria si ricarica. L'auto avvisa automaticamente quando ha accumulato abbastanza energia per continuare il viaggio e, grazie alla numerosa rete di Supercharger lungo i percorsi più usuali, una ricarica superiore all'80% non è in genere necessaria".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA