Honda Europe e Next Kraftwerke ottimizzano reti elettriche

Progetto pilota per equilibrare le deviazioni di frequenza

Redazione ANSA ROMA

Auto elettriche che risolvono i problemi delle reti di distribuzione dell'energia: Honda è diventata la prima Casa automobilistica in Europa a ottenere la certificazione della sua flotta di modelli elettrici di serie che permette la prequalificazione della riserva di contenimento della frequenza da parte di Ampiron GmbH in Germania. A seconda del Paese interessato i gestori del sistema di trasmissione hanno bisogno di strumenti per mantenere il valore di riferimento della frequenza che è di 50 o 60 Hz. Tali strumenti sono i servizi di bilanciamento, mezzi reattivi a breve termine per livellare le deviazioni di frequenza nella rete elettrica.
Quando si verificano deviazioni di frequenza (ad esempio a seguito di un'interruzione della centrale) la riserva di contenimento della frequenza interviene automaticamente in pochi secondi in tutta l'area sincrona per ripristinare l'equilibrio tra domanda e offerta.
La divisione avanzata di ricerca e sviluppo Honda R&D Europe (Deutschland) GmbH, ha compiuto un significativo passo avanti nella tecnologia vehicle to grid (V2G sviluppando un progetto pilota con Next Kraftwerke GmbH, uno dei più grandi operatori di Virtual Power Plant (VPP) in Europa. Il progetto pilota ha utilizzato veicoli elettrici Honda e di produzione di massa, qualificati per il supporto della stabilità della rete attraverso la fornitura immediata di FCR al gestore del sistema di trasmissione. Durante la prova è stata utilizzata un gruppo di 6 caricabatterie CCS bidirezionali Honda e 6 Honda Power Manager, con cui Honda è stata in grado di soddisfare gli elevati requisiti di carica e scarica, necessari per garantire una frequenza di rete stabile di 50Hz.
Utilizzando le informazioni in tempo reale di Next Kraftwerke sulla capacità di alimentazione attuale, il sistema di gestione dell'alimentazione di Honda è in grado di rispondere entro il tempo standard richiesto ai comandi di carica e scarica del TSO a ogni singolo veicolo, rispettando le singole preferenze SOC del conducente di veicoli elettrici.
Questo sviluppo è un passo fondamentale per far progredire il ruolo delle auto elettriche e della tecnologia di ricarica bidirezionale in qualsiasi futuro sistema energetico sostenibile. "Il progetto con Next Kraftwerke consente a Honda di soddisfare le nuove esigenze del mercato europeo e mantenere il suo impegno nello sviluppo di tecnologie che creano valore per la società - ha detto Tom Gardner, senior vicepresident di Honda Motor Europe - In genere, i veicoli elettrici sono parcheggiati e collegati a una stazione di ricarica per la maggior parte della giornata, negli uffici e davanti a casa".
"Honda ha identificato che questi tempi di attesa possono essere utilizzati meglio per offrire servizi e ricavi aggiuntivi, - ha sottolineato Gardner - attraverso una ricarica e scarica intelligente basata sulla frequenza della rete elettrica corrente. Ciò avvantaggia non solo i proprietari di veicoli elettrici, ma anche l'infrastruttura circostante mentre passiamo a una società guidata dalla mobilità elettrica".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie