Bmw al CES 2021, nuovo iDrive è davvero un sistema NEXTGen

Presentate in anteprima funzioni disponibili nel prossimo iX

Redazione ANSA ROMA 11 GEN

A 20 anni dal debutto nella Serie 7, il sistema Bmw iDrive si rinnova completamente, diventando digitale e intelligente. La Casa di Monaco ha scelto un appuntamento ormai tradizionale per presentare le sue innovazioni tecnologiche - il Consumer Electronics Show (CES) ma che nell'edizione 2021 si svolge in forma 'dematerializzata' - per svelare in anteprima rispetto al debutto nella propria gamma del nuovo iDrive, così come lo si troverà a bordo della avveniristica iX. A tal fine, Bmw ha aggiunto un altro episodio alla serie di video Re-Thinking Design lanciata come parte dell'evento #NEXTGen 2020. Si ripercorre la storia del cambiamento di paradigma - avvenuto nel 2001 - che invertì l'ondata di pulsanti che si diffondeva negli interni delle auto in quel momento ripulendo l'abitacolo dal crescente numero di comandi. Al loro posto apparve uno schermo a colori nel cruscotto (il Control Display) e un selettore rotativo sulla console centrale (il controller iDrive). Inoltre, la Bmw Serie 7 è stata la prima vettura a disporre della tecnologia di controllo vocale, che ha consentito di attivare funzioni selezionate tramite comandi a voce. Il guidatore poteva visualizzare le informazioni sul Control Display in modo rapido e sicuro; bastava distogliere lo sguardo dalla strada per un breve momento per controllare lo stato di funzionamento dei sistemi. Nel 2004 Bmw è diventata la prima Casa automobilistica a presentare l'Head-Up Display, che proiettava informazioni di guida rilevanti sul parabrezza nella linea dello sguardo del guidatore. E il funzionamento multtimodale ha raggiunto un altro nuovo livello nel 2015 con la prima mondiale del Bmw Gesture Control nella Serie 7. All'avanguardia nel campo dei veicoli connessi, Bmw porta ora iDrive a livelli inimmaginabili fino a poco tempo fa. E' il caso della App Bmw Connected che ha permesso ai clienti di integrare completamente la loro auto nel loro stile di vita digitale. Questo servizio offre ora una gamma ancora più ampia di funzionalità tramite l'app My Bmw. Inoltre con l'arrivo del software Bmw Operating System 7 (modulare e flessibile) è attivo un altro servizio particolarmente utiile, il Remote Software Upgrade che mantiene l'auto sempre aggiornata con la più recente tecnologia digitale senza bisogno di soste in officina e consente anche ulteriori funzioni da integrare nell'auto in una fase successiva all'acquisto. La nuova generazione di Bmw iDrive colma perfettamente il divario tra tecnologia analogica e digitale. E questo, a sua volta, preannuncia un altro cambiamento di paradigma, poiché il numero di funzioni disponibili in un'auto e la loro complessità continuano lungo una curva ascendente costante. L'intelligenza artificiale è stata introdotta nelle auto, i sensori ottimizzati ora consentono di percepire e analizzare l'ambiente circostante.

E di conseguenza, elementi come alcune fasi della guida e del parcheggio possono essere automatizzati in misura crescente. E i servizi basati sul Cloud possono sfruttare un pool crescente di dati in tempo reale. Ciò significa che, in molte situazioni, il veicolo ha accesso a una maggiore disponibilità di informazioni rispetto al conducente stesso, e può gestirli in tempo reale. Ad esempio, può ricevere e visualizzare avvisi di pericolo da altri veicoli Bmw e fare previsioni sulla disponibilità di parcheggi a destinazione. La nuova generazione di Bmw iDrive è impostata per utilizzare il potenziale dei veicoli connessi in modo intelligente in modo più ampio che mai e quindi rendere l'esperienza di mobilità ancora più sicura, più comoda e ancora più diversificata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie