Coronavirus: Ducati, pronti ai test sierologici in azienda

Domenicali: 'Urgente riavviare produzione in sicurezza'

Redazione ANSA BOLOGNA

"È urgente riavviare la produzione il prima possibile al massimo della sicurezza", e se questo implica incoraggiare i dipendenti a sottoporsi al test sierologico sugli anticorpi al coronavirus le imprese non si tirano indietro, disponibili a pagare di tasca propria le spese di laboratorio. Parola dell'amministratore delegato di Ducati, Claudio Domenicali, che in un'intervista al Corriere di Bologna spiega come quella di sottoporre gli operai al test al momento dell'apertura "è una delle idee che circola da qualche tempo ed è già condivisa, ma ovviamente aspettiamo il protocollo sanitario". Il costo? "Non è questo il punto - afferma - ci sono mercati bloccati e altri ancora o già dinamici, come Cina e Giappone, e non poterli servire è causa di un danno ben più grave". Nel consiglio di presidenza di Confindustria Emilia, dalla Voilàp del presidente Valter Caiumi alla Bonfiglioli Riduttori, e poi Ima, Datalogic, Euroricambi si sono detti disponibili a supportare questa e ogni iniziativa per superare l'emergenza. Domenicali auspica una ripresa subito dopo Pasqua: "Abbiamo già predisposto un piano di ingressi a turnazioni differenziate tra mattina e pomeriggio, oltre alle necessarie regole e dotazioni di protezione". Intanto alcuni settori proseguono in smart working: ricerca e sviluppo e la parte del marketing, della vendita e l'amministrazione. I dipendenti Ducati sono 1.400 a Bologna e 300 nel mondo. Di questi, centinaia stanno lavorando in remoto. Ma il fermo in termini economici "è una catastrofe: a marzo abbiamo venduto il 10% di quello che venderemmo in un mese normale. E il picco delle vendite, per le moto, va proprio da aprile a giugno. Ogni settimana persa non si recupera più". Ma ripartire gradualmente per Domenicali è fattibile: "il modello emiliano - di grande collaborazione reciproca tra imprese, sindacati e istituzioni - è vincente. Non esistono le decisioni unilaterali degli imprenditori".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie