Dieselgate: da produttori Germania 3000 euro per modificare ogni motore

Ministro Trasporti incontra i produttori

Redazione ANSA

BERLINO - I produttori di auto in Germania sarebbero disposti a pagare fino a 3.000 euro per ogni vecchio modello diesel, allo scopo di attuare le modifiche tecniche ai motori e diminuire le emissioni dei gas. Lo ha affermato il ministro dei Trasporti, Andreas Scheuer, dopo un incontro con il settore a Berlino. 

Secondo i media tedeschi, finora Volkswagen e Daimler sarebbero disposte a pagare fino a 3000 euro (l'offerta iniziale era di 2400) per la modifica dei motori. Bmw, invece, continuerebbe a rifiutare l'adattamento con l'hardware che dovrebbe comportare la riduzione dei gas di scarico. Il gruppo sarebbe comunque disposto a sostenere i proprietari di vecchi modelli diesel con il pagamento di 3.000 euro, per un nuovo acquisto. Scheuer e i boss dell'auto tedesca avevano a lungo cercato un'intesa sul problema del diesel, su cui anche Angela Merkel è intervenuta, ultimamente, spendendosi a favore dei proprietari. In molte città, i tribunali amministrativi hanno disposto il divieto di circolazione per i modelli vecchi: come è capitato proprio oggi a Bonn e Colonia, dove un giudice ha stabilito, che a partire da aprile 2019, i modelli classe Euro-4 non possano circolare in alcune strade.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: