People

Molestie, Brendan Fraser annuncia boicottaggio dei Golden Globes

L'attore potrebbe ricevere la candidatura per 'The Whale'

 © EPA
  • Redazione ANSA
  • NEW YORK
  • 18 novembre 2022
  • 08:26

Arrivano già le prime ombre sulla prossima edizione dei Golden Globes che si svolgerà il 10 gennaio 2023. Dopo le accuse nel 2018 a Philip Berk, ex presidente della Hollywood Foreign Press Association (l'ente che organizza i premi, ndr), Brendan Fraser ha detto che non parteciperà alla cerimonia se il suo nome sarà nell'elenco dei candidati.
    "E' a causa dei precedenti che ho con loro - ha detto in un'intervista a GQ - e mia madre non ha tirato su un ipocrita.    Mi si possono dire tante cose ma non quella".
    Secondo le previsioni l'attore canadese naturalizzato statunitense è tra i papabili per la categoria 'miglior attore' con 'The Whale', diretto da Darren Aronofsky e adattamento cinematografico dell'omonima opera teatrale del 2012 scritta da Samuel D. Hunter.
    Secondo le accuse di Fraser, Berk lo molestò sessualmente nel 2003. A suo dire a causa di quell'episodio decise di ritirarsi dalla vita pubblica e declinare varie offerte di lavoro.
    Berk si scusò, ma disse anche di non aver commesso alcun reato.
    Dopo un'indagine la HFPA liquidò il caso come uno scherzo e non ci fu alcuna azione disciplinare contro Berk. (ANSA).
   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie