Beauty & Fitness

Rimedi contro l'acne, dalla beauty routine alle nuove creme

Detersione è step fondamentale, acido azelaico, salicilico, niacinamide gli ingredienti giusti

Una giovane si guarda allo specchio foto iStock. © Ansa
  • di A.M.
  • 12 novembre 2022
  • 20:01

“L’acne è una infiammazione delle ghiandole pilo-sebacee ed è una patologia abbastanza comune in Italia” spiega Vittoria Merciai, Responsabile della Comunicazione Scientifica Laboratoires SVR “ne esistono di diversi tipi: quella adolescenziale è la più comune, insorge in una fascia media di età tra 12 e 20 anni, l’80% degli adolescenti ne è affetto, di questi il 15% soffre di acne severa. C’è un dato allarmante però: negli ultimi 5 anni si è visto che i pazienti affetti da acne adolescenziale sono sempre più giovani, si parla addirittura di bambini che vengono colpiti da acne già dai 7 anni. C’è poi l’acne adulta che invece colpisce il 40 % di individui di età tra i 25 e i 50 anni di cui l’ 80% di sesso femminile” continua  “mentre l’acne adolescenziale colpisce la zona T ovvero fronte e centro viso, quella adulta si manifesta nella zona mandibolare, più esattamente nel mento”.


Tra i fattori che peggiorano l’acne c’è una beauty routine e una skincare inappropriata, inquinamento, alimentazione, stress, mancanza di sonno. Anche make up occlusivi benché coprenti possono peggiorare la situazione. Chi soffre di acne dovrebbe optare per prodotti mirati
Le buone abitudini in termini cosmetici sono un ottimo aiuto per trattare la patologia, ad esempio la detersione è uno step fondamentale, meglio scegliere detergenti schiumogeni non aggressivi e abbinare allo skincare una foto-protezione adeguata, idealmente specifica per pelli acneiche, priva di oli, che mentre foto-protegge tratta le imperfezioni. Se il problema tende a non diminuire con questi accorgimenti e con prodotti mirati è buona norma contattare un dermatologo prima che l’acne diventi particolarmente severa.
La maggior parte dei prodotti d'igiene del corpo e di detersione del viso contengono sapone e altri ingredienti sintetici che tendono a essere aggressivi sulla pelle. Molto spesso infatti, la loro azione priva la pelle dei suoi emollienti e oli naturali di cui ha bisogno per mantenersi morbida ed elastica. Ecco perché, soprattutto nel caso del viso, è indispensabile usare prodotti che non alterino il suo equilibrio fisiologico. Le alternative più naturali e delicate al sapone sono le saponine vegetali: sostanze vegetali con proprietà simili al sapone che si trovano in molte piante, e che venivano usate in passato per la pulizia. Anticamente venivano usate nei prodotti d'igiene perché hanno proprietà simili al sapone, infatti, permettono di miscelare l'acqua con sostanze grasse od oleose, quindi di rimuovere sporcizia e impurità dalla pelle. Garantiscono quindi una detersione efficace, rispettando la barriera cutanea e l'equilibrio della pelle, lasciandola pulita, liscia e morbida. A differenza del sapone le saponine vegetali non fanno molta schiuma, hanno una consistenza cremosa, morbida e delicata che non irrita gli occhi. Le saponine vegetali sono la base del Rose Quartz Facial Cleanser, mentre Lotus Flower Concentrate regola la secrezione sebacea. Il gel detergente con succo di aloe vera lenisce e cicatrizza perfetto per lenire e trattare i problemi della pelle come psoriasi, ma anche acne, tutti da Freshly cosmetics. “Esistono anche delle problematiche secondarie connesse all’acne” spiega Vittoria Merciai “tra queste le infiammazioni che portano alla formazione di iper-pigmentazioni post infiammatorie, ovvero come esito post-acne rimangono macchie che sono le più difficili da eliminare e sono anche lunghe da trattare. Si possono però curare con estrema costanza applicando cosmetici con almeno il 15% di acido azelaico, senza necessariamente arrivare al laser”.


Tra i nuovi prodotti specifici la Ampoule Flash Sebiaclear di SVR trattamento anti-imperfezione, anti-rossore e anti-segni che riesce contemporaneamente a trattare le imperfezioni, a regolare la produzione di sebo e mantenere l’integrità della barriera cutanea (contiene 15% acido azelaico, 2% di zinco purificante, 0,5% di acido salicilico che regola la produzione di sebo, 2% di niacinamide per azione lenitiva e il 14.5% di attivi idratanti. Ha un effetto peeling ad alta tollerabilità, si applica mattina e sera e riduce in 24 ore brufoli, arrossamenti, punti neri). Anche l’acne e i prodotti ad essa dedicati sottostanno a dei trend, per esempio quello dei principi attivi. Chiediamo a Vittoria Merciai quali sono le ultime tendenze “Di gran moda sono i beta-idrossiacidi come il salicilico che aiuta a disostruire i pori, levigare la grana della pelle e regolare l’eccesso di sebo,  i poliidrossiacidi PHA come ad esempio il gluconolattone che ha un’azione cheratolitica ad alta tollerabilità, la niacinamide che ha azione infiammatoria e riduce le sensazioni di disconfort cutaneo, e infine l’acido azelaico”. Tra i detergenti schiumogeni consigliati la novità il detergente controllo imperfezioni di Cerave che deterge delicatamente rimuovendo impurità e sebo in eccesso, lasciando la pelle idratata. La formula contiene 3 ceramidi essenziali, argilla, 2% Bha ossia acido salicilico e Niamcide. Sébium Kerato è la novità di Bioderma: è un gel in crema anti-imperfezioni dalla massima efficacia cheratolitica e dall’elevata tollerabilità, Sébium Kerato+ offre una combinazione per contrastare le eruzioni cutanee e la comparsa dei segni post-acne e assicura allo stesso tempo, una perfetta idratazione quotidiana. Da Skinius nuova è la maschera Alusac con Alusil, dermopurificante, seboequilibrante e levigante da abbinare anche all'integratore alimentare Alusac.

  • di A.M.
  • 12 novembre 2022
  • 20:01

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie