Beni confiscati, via libera a due progetti nel Casertano

Pubblicata la graduatoria dei progetti finanziati

Redazione ANSA CASERTA

(ANSA) - CASERTA, 28 DIC - La Regione Campania ha pubblicato nei giorni scorsi la graduatoria dei progetti finanziati, approvandone due elaborati da Agrorinasce per i Comuni di Casapesenna e San Cipriano d'Aversa, nel Casertano. In particolare, a Casapesenna (sindaco Marcello De Rosa), è stato approvato il progetto di valorizzazione di un bene confiscato ad un esponente del clan dei Casalesi. Diventerà un Ostello della Gioventù per un importo dei lavori pari a poco più di 86mila euro. Il bene, in cui verrà realizzato anche un Hub - coworking per l'inclusione sociale e lavorativa dei giovani del territorio, sarà assegnato all'Associazione Giosef.
    Sarà invece uno spazio per associazioni un altro bene confiscato a San Cipriano d'Aversa (sindaco Vincenzo Caterino): l'importo complessivo del progetto è di centomila euro. "Il lavoro di recupero e di valorizzazione dei beni confiscati alla camorra richiede un impegno continuo e intenso" afferma Giovanni Allucci, direttore generale di Agrorinasce. "La Regione Campania - prosegue - ha nuovamente premiato la capacità progettuale e l'impegno congiunto delle Amministrazioni Comunali e di Agrorinasce, che consentirà la nascita e lo sviluppo di nuove infrastrutture sociali e culturali su beni confiscati, a beneficio dei giovani e dei cittadini". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA