Scuola: studenti, il 18 novembre in piazza da nord a sud

Stop alternanza, carriera alias, nuovo Statuto, diritto a studio

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 NOV - "Sono passati appena due mesi dall'inizio della scuola e per l'ennesima volta tutte le carenze strutturali del nostro sistema educativo si sono mostrate: viviamo in una scuola sempre più escludente, basata sul merito e sulla competizione, dove gli edifici scolastici ci crollano addosso e gli studenti muoiono in alternanza scuola - lavoro o suicidandosi per il troppo stress delle valutazioni e dei compiti. Pochi giorni fa il Ministro dell'istruzione Valditara ha dichiarato di voler ascoltare le studentesse e gli studenti: dopo mesi di assemblee e mobilitazioni studentesche, passate per gli Stati Generali della scuola e la presentazione del Manifesto della scuola pubblica alla Camera dei Deputati, non accettiamo più che le nostre proposte e richieste vengano ignorate dalla politica". Lo dicono gli studenti della Rete della Conoscenza che aggiungono: "Scendiamo in piazza per rivendicare con forza i 5 pilastri per la ricostruzione della scuola pubblica". Ecco quali sono: Una Legge nazionale sul diritto allo studio; l' abolizione dei PCTO e delle forme di Alternanza Scuola - Lavoro in favore dell'istruzione integrata. E ancora: maggiore rappresentanza, partecipazione e protagonismo studentesco Investimenti su edilizia, sportelli psicologici e Carriere Alias in tutte le scuole; un nuovo Statuto dei diritti degli studenti e delle studentesse.
    "Dalle assemblee nelle scuole e nelle città abbiamo costruito una proposta di cambiamento dal basso per il nostro territorio e il 18 novembre, assieme a tutte le organizzazioni sociali e studentesche di questo paese saremo nelle piazze di tutta Italia per gridare che abbiamo diritto a luoghi della formazione migliori e ad un futuro dignitoso e stabile: sulle nostre scuole e sul nostro futuro, ora decidiamo noi!", concludono gli studenti che manifesteranno in numerose piazza italiane da nord a sud. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA