Giorno Memoria: Decaro, fu strage causata da follia umana

Presidente Anci depone corona per vittima barese lager nazista

Redazione ANSA BARI

(ANSA) - BARI, 27 GEN - "Anche quest'anno abbiamo voluto ricordare il Giorno della memoria e le vittime della Shoah, una strage causata dalla follia degli esseri umani cui ha assistito il mondo intero. Anche il nostro Paese ha assistito a quello scempio fino a diventarne complice. Uso appositamente il termine 'assistito' perché per tanto tempo, troppo, purtroppo anche il nostro Paese assistette a quella violenza senza tregua contro il popolo ebreo e contro tutti gli oppositori dei regimi, fino a diventarne complice". Lo dichiara il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, in occasione del Giorno della memoria. Su iniziativa dell'amministrazione comunale e dell'Anpi, il sindaco ha deposto una corona davanti la targa commemorativa, affissa nella sala consiliare di Palazzo di Città, in ricordo di Filippo D'Agostino, sindacalista, consigliere comunale di Bari, antifascista e medaglia d'oro al valor militare, deportato e ucciso nel lager nazista di Mauthausen.
    "Ricordiamo questa giornata - ha aggiunto Decaro - non per un mero esercizio retorico ma perché è giusto e doveroso che tutti continuino a conoscere quanto accaduto. Lo facciamo perché dobbiamo spiegare a tutti, soprattutto alle nuove generazioni, anche attraverso eventi come questo, cosa è accaduto in quegli anni terribili".
    Nel portico della chiesa di San Francesco, in via Crispi, è stata poi deposta una corona anche davanti la targa commemorativa in memoria di Giuseppe Zannini, antifascista e partigiano barese, anche lui deportato nel campo di Mauthausen.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA