E.on punta su bici elettrica, compra 30% italiana BikeSquare

Start-up che offre anche servizi di turismo sostenibile

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Il colosso tedesco dell'energia E.on acquisisce il 30% di BikeSquare, una piccola start up italiana attiva nel cicloturismo con le bici elettriche.

BikeSquare, spiega E.on, è una start-up nata nel 2016 dall'iniziativa di tre giovani imprenditori, con l'obiettivo promuovere il cicloturismo con le bici elettriche, al momento attiva in 23 territori in Italia e in Europa. L'attività si basa sull'omonima applicazione per dispostivi mobili che consente e semplifica il noleggio e lo sharing di bici elettriche e guida l'utente nell'esplorazione del territorio grazie a mappe e percorsi che uniscono natura, cultura, tradizioni locali e specialità eno-gastronomiche. Il modello di business della start-up propone quindi un servizio innovativo per i cittadini e per i turisti che coinvolge al tempo stesso una rete di partner commerciali, dai noleggiatori di bici alle strutture ricettive, per la creazione degli itinerari. E.on era già partner di BikeSquare.

E.on ha già installato in Europa oltre 4.000 colonne di ricarica ed effettuato più di 1 milione di ricariche, permettendo di evitare l'emissione di 7.500 tonnellate di CO2. Al fine di permettere ai possessori di veicoli elettrici di spostarsi liberamente attraverso i diversi Paesi in cui il Gruppo è presente, E.on ha intrapreso un ambizioso progetto per creare una rete autostradale di ricarica elettrica "ultra-veloce" che attraversi 7 paesi, dalla Norvegia all'Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA