Animalisti insorgono contro moda delle ciglia di visone

Aidaa, accessorio per il trucco in pelliccia è nuova crudeltà

Redazione ANSA ROMA

Il mercato delle pellicce è da tempo in recessione su scala globale, ma per i visoni arriva una nuova minaccia: è arrivata anche in Italia la moda delle ciglia fatte di peli di visone. "Si sono inventati - denuncia in una nota Aidaa, Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente - nuovi modi per usare la pelliccia di questo animale, la cui specie è numericamente tra le più torturate e crudelmente ammazzate del mondo.

Le ciglia estensive di visone a differenza di quelle finte il cui costo è di pochi euro possono arrivare a costare anche oltre i 60 euro (esclusa l'applicazione) a coppia" precisa l'associazione animalista.

"Si tratta dell'ennesimo frutto della violenza e della crudeltà sugli animali- commenta Lorenzo Croce, presidente nazionale di Aidaa ricordando che "i visoni vengono uccisi attraverso le camere a gas e che soffrono terribilmente negli ultimi istanti della loro vita, dopo essere spesso stati allevati in vere e propri allevamenti lager. Io chiedo- conclude Croce- quando l'uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare ogni essere vivente si presenta sulla sua strada solo per soddisfare la propria ingordigia, forse allora, e solo allora, parafrasando una vecchia canzone il vento della violenza si fermerà".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA