Beni confiscati: vandalismo a Napoli; SoS da gruppo Legalità

Danni 'Villa Zaza',appello a istituzioni:tutela attività sociali

(ANSA) - NAPOLI, 21 GEN - Il gruppo napoletano "Legalità del Centro culturale Gesù Nuovo", guidato dal magistrato Giovanni Conzo, è "al fianco dell'associazione Arca e del presidente Nunzio Sisto: non lasceremo solo e isolato un baluardo della legalità di Napoli e della cultura del riutilizzo di un bene sottratto alla camorra e restituito ai cittadini per fini sociali". Il gruppo fa riferimento ad un nuovo atto vandalico subito dal bene confiscato - la cosiddetta 'Villa Zaza', in Via Petrarca nel quartiere Posillipo - nel quale si svolgono attività sociali come sostegno ai disabili, ai giovani provenienti da case-famiglia, si sperimentano forme di agroimpresa, si sviluppano iniziative in raccordo con l'Università Federico II e con altri enti e istituzioni.
    "La nostra solidarietà - afferma il Gruppo Legalità del Centro culturale Gesù Nuovo - si manifesta sin da ora in un impegno concreto: sensibilizzare le istituzioni perché fatti del genere non si ripetano; organizzare in primavera una giornata dell'orgoglio e del riscatto, insieme con tanti cittadini napoletani, per camminare nel parco della villa - secondo le precauzioni anticovid - e riaffermare il diritto a operare in sicurezza per portare avanti i progetti culturali e sociali".
    Il presidente dell'associazione Arca (Agende rosse Campania) sottolinea: "Abbiamo chiesto e ottenuto l'intervento della polizia che ha ispezionato l'area danneggiata. Presenteremo querela contro ignori - spiega Nunzio Sisto - per difendere le nostre attività. Oltre al danno economico c'è il danno costituito dalla sofferenza morale. Chiediamo tutela per le nostre attività". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie