Basilicata

Rifiuti: Acta in crisi, Potenza rischia cumuli per le strade

Fp-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, non pagati gli stipendi

(ANSA) - POTENZA, 28 SET - L'Acta, l'azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti a Potenza, "è in crisi" e "non sono stati ancora pagati gli stipendi ai circa duemila lavoratori", al punto che "è probabile che presto in città si debba tornare a vedere i cassonetti stracolmi": lo hanno detto, in una nota, congiunta, Fp-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, chiedendo di "istituire un tavolo con Comune e Acta per affrontare definitivamente tutte le criticità rimaste irrisolte".
    I sindacati hanno annunciato per la prossima settimana "ogni azione possibile a tutela dei dipendenti dell'azienda e - hanno aggiunto - se sarà necessario proclameremo lo stato di agitazione di tutti i lavoratori". Nel sottolineare le responsabilità del Comune, che dovrebbe "retribuire l'Acta in maniera adeguata", le tre organizzazioni dei lavoratori hanno detto che "l'azienda è in default e continua a navigare a vista". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie