Abruzzo
  1. ANSA.it
  2. Abruzzo
  3. Elezioni:Prc,Comune chiede 40 euro per nostra raccolta firme

Elezioni:Prc,Comune chiede 40 euro per nostra raccolta firme

A Roseto degli Abruzzi. Chiesto intervento Prefettura

(ANSA) - ROSETO DEGLI ABRUZZI, 12 AGO - Un versamento di 40 euro per "diritti d'istruttoria": è la richiesta fatta, ieri tramite Pec, dal Comune di Roseto degli Abruzzi (Teramo) al Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea che intendeva allestire oggi banchetti destinati alla raccolta delle 40mila firme necessarie alla lista "Unione Popolare" per partecipare alla prossima tornata elettorale. "Abbiamo scritto alla Prefettura di Teramo per chiedere il loro intervento - informa una nota del Prc, federazione provinciale di Teramo - perché da sempre per legge, in ogni comune d'Italia, i banchetti per attività politiche dei partiti e quelli per la raccolta firme necessari per la presentazione alle elezioni sono gratuiti. Stiamo allestendo migliaia di banchetti in tutta Italia e in nessun caso ci è stato chiesto il pagamento di alcuna tassa o altro. Chiediamo l'intervento dell'Amministrazione Comunale e del sindaco Nugnes affinché venga subito cancellata questa assurda 'Tassa per diritti d'istruttoria'. Speriamo si sia trattato solo di un 'brutto colpo di sole' preso da qualcuno in Comune".
    La nota ricorda che Prc - Sinistra Europea "è parte fondante del progetto di Unione Popolare che si presenterà alle politiche del 25 settembre, insieme a Luigi de Magistris, DeMa, ManifestA, Potere al Popolo! Il disprezzo totale per le regole democratiche impone al nostro progetto e a tutte le forze politiche e i piccoli partiti che non hanno un gruppo nell'attuale Parlamento di dover raccogliere ben 40 mila firme per la Camera e altrettante per il Senato, in pochissimi giorni, in pieno agosto quando molti cittadini sono in ferie e fuori casa, per poter semplicemente partecipare alla competizione elettorale. Mentre tutti i partiti già presenti nell'attuale parlamento, grazie a un provvedimento ad hoc, saranno esentati dalla raccolta firme".
    Qualora la questione non si risolvesse, il Prc avvisa il Comune che "il partito intraprenderà da subito attraverso i suoi legali ogni azione possibile in qualsiasi sede, nei loro confronti per accertare le opportune responsabilità ed eventuali danni". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie