Coronavirus:Cialente,per 'dopo' prendere esempio dall'Aquila

20 anni crescita economica, ripartenza edilizia e infrastrutture

(ANSA) - L'AQUILA, 4 APR - "L'Aquila può essere un esempio per il resto d'Italia in questo periodo di coronavirus. Per il dopo dico. Se siamo bravi abbiamo 20 anni di crescita". E' quanto dice l'ex sindaco della città martoriata dal sisma del 6 aprile 2009 Massimo Cialente. E lo spiega con parole chiare: "Ci sono paesi evoluti, gli Stati Uniti, l'Italia i paesi del G8, che comprano aerei ma sono in ritardo sulla pandemia e senza mascherine. Eppure si sapeva che a rischio c'era ora. Noi spendiamo soldi per armamenti non investiamo da anni in mascherine per i medici: qui serve una ripartenza keynesiana, un piano Marshall: la rinascita ci può essere solo con infrastrutture, con l'edilizia. E tutto questo significa prevenzione, messa in sicurezza di un territorio - continua - noi ogni volta inseguiamo gli eventi e adeguiamo le nostre risorse andando dietro ai terremoti. Ora invece è possibile mettere mano al fotovoltaico, ai cappotti termici, agli infissi per far ripartire l'edilizia, alle infrastrutture territoriali e alla prevenzione sull'ambiente. E' una grande occasione per ripensare la nostra società: e L'Aquila in questo è avanti a tutti".
    Cialente fa un altro esempio "il digitale: se aumentiamo le infrastrutture digitali possiamo lavorare per le scuole, ridistribuire il lavoro a casa nei piccoli centri, ridare vita quindi ai piccoli Borghi. C'è tanto lavoro". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie