Marsilio, Abruzzo al centro politica

Prima territorio abbandonato per classe dirigente inconsistente

(ANSA) - PESCARA, 19 SET - "Oggi spieghiamo come stiamo rimettendo in piedi una Regione che abbiamo trovato in condizioni molto critiche e dunque fare un resoconto sull'attività svolta in questi primi sei mesi e prefigurare quello che, grazie al lavoro svolto fino ad oggi, verrà fatto in futuro". Lo ha detto il presidente della Regione Marco Marsilio nel bilancio dei primi sei mesi dell'attività della Giunta Regionale illustrato questa mattina alla stampa, alla presenza degli assessori, del presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri e numerosi amministratori locali. "Possiamo dire oggi che per la prima volta l'Abruzzo è tornato al centro delle politiche nazionali, e per questo vorrei ricordare per esempio i 120 milioni stanziati dal Governo per risolvere la problematica della sicurezza idrica del Gran Sasso, sono soldi che abbiamo negoziato e portato noi in Abruzzo, facendo sentire al Governo la voce di un territorio che per troppo tempo è stato abbandonato anche a causa di una classe dirigente abruzzese inconsistente''.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere